scieluminose

I nuovi Faraoni e Draghi

Ti dicevano che ero
Insopportabile;
Rispondevo:" Come la vita."

E allora le immense conoscenze del mondo
Le magnanime elaborazioni
Del circolo virtuoso
E i capitoli della storia e della scienza
Della nuova ingegneria molecolare
Lasciamole ai matematici lasciamole sbriciolare ai fisici
Diamole pure in pasto ai neolitici
Noi continuiamo ancora
A immergerci nella profonda incultura
della nostra novella preistoria
Australopitechi senza stele e senza remora
Senza alcuna memoria
Di apoteosi velleitaria
Ragionando tramite geroglifici
Rotolando nel fango
Da dove tutto deriva e sconfina
La nostra preziosa bella miseria
Le membra del nostro corpo in continua sosta
Contorcendole in un ballo smascherato
nudo e immaginario
Scatenato dalle funeste ire repentine
Tempeste
Di nevrosi ossessive
Sollevando in incaute acrobazie
Il nostro disequilibrio di soliloquio - amato genio interiore -
Gettato sullo sfondo delle nostre maldestre glorie
In un insano arrembaggio
di equilibrio indomito
vorticoso altisonante
Ben riuscito
Sospesi sull'enorme letargo
Delle vostre vite barattate
Per il rifugio;
Noi sostiamo
Sotto le somme ferree
Sommità alte affettate
Presso le altezzose sovranità di pareti
delle nuove Piramidi di cemento
Scolpite nell'ingegno
E nel mantra del calcolo
-sacro economico impurio -
Che hanno prodotto
Ordigni nucleari
Cosmetici plastici chirurgici
La tomba nell'Amazzonia
Superman Clark Kent Mister Jackill
Ed il bravo colonnello figlio dei fiori
di bei sogni ammazzati
Il bravo figlio pluridecorato di Enola Gay,
Insieme a sempre nuovi saperi tecnici industriali
Consumando suoli
Spazzando via terre e i terreni sobri dei puri
Generando gli scrigni
Intoccabili
Dei nuovi Faraoni
E dei mitici eroici Draghi
Vestiti come Banchieri
Sapienti banditi tecnici nostrani
Che regnando sui popoli
lobotomizzati del pathos anarchico, antigerarchico
Popoli di genti che li sovrastimano
E i sapienti bastardi dell'umano comandano
Non autorizzati
Sviscerando fino in fondo
L'impotenza del vostro essere
Sempre
Perennemente inequivocabile
Striscianti schiavi.
Nei secoli dei secoli,
O fino a che lo permetterà
L'(Irra)zionalita' del reale.
Link
https://www.scieluminose.it/i_nuovi_faraoni_e_draghi-s3353

Share link on
CLOSE
loading