scieluminose

LA TUA NATURA (USATA COME DISCARICA)

LA TUA NATURA (USATA COME DISCARICA)


E il tramonto rosso ci incalza
sulle ali d'un gabbiano
il sole ha già segnato il suo addio in ombra;
Lungo la Baiona malconcia
vorticano sospese a un passo da madre terra
sfrecciando nell'asfalto della perenne isola di caldo
sagome metalliche dalle invadenti forme elettriche
violente come scie solenni di camion
in sosta;
Inseguiti da lunghe boccate di fumo
partorite dall'alta nuvola tossica
che ergendosi a baluardo della nuova Era
di razionalità archeotecnologica,
ampiamente stravolta,
aggrovigliano il firmamento
strangolano l'aria;
E intanto il petrolchimico sfavilla
nella sua solenne cornice eretta
a vuoto trono sopraelevato della città
di Ravenna

Lasciamo la città inquieta
nell'attesa di un'altra alba
in cui i rassegnati costanti
strisceranno a ritmi alterni
come automi rallentati dietro i cancelli
guida della gabbia produttiva
ove si consuma la loro nuova miseria emancipata
dai miti di un consumo omologante senza sosta.
Essi si nasconderanno, schiavi come sempre
dietro quei cancelli dalle fredde sbarre inerti
del Dio nessuno
che macina miliardi come pozzi di amianto
sotterrato nel fango della Baiona:
la tua natura usata come discarica

E il cielo sanguina
ferite di sangue senza alcuna nebbia
abbandonando il mare e gli stagni, viaggiando
verso le strade di campagna
chiazze a strati arancione chiaro
pennellano la volta
alternate al viola e al rosso porpora
troneggiano lo scenario
davanti all'autostrada;
gocciolando dolore e tormento
il firmamento paga
lo scatto millenario di progresso e sapienza
di una decaduta umanità paleolitica:
Archiviata







Link
https://www.scieluminose.it/la_tua_natura_usata_come_discarica-s3341

Share link on
CLOSE
loading