scieluminose

Passignano

Come fulmine accendersi
l'occhio schiude
La sua breccia
Ai tuoi vincolati squarci
Eretti paralleli
Levati a ridosso dei cadenzati flutti
Su cui incalza, leggera
La muta portata del tuo sangue
Bianco,
Rifugiatosi schivo tra i monti,
Mescolandosi nella Trasparenza che trasfonde ogni luce;
Passignano, quel che ci prospetti
Dinanzi è raro:
Raro mantenere distante
un ostinato cuore ardente
Scolpito nella dura pietra
Dislocato nella propria solida Rocca
Che dall'alto scruta l'ebrezza
Del panorama,
Padroneggia
Racchiuso arroccato entro marmo
In un'ampia cornice smerigliata
Di Freschezza pura, traslucenza azzurra
pia lucentezza;
Raro coniugare tanta mite ruvidezza
Con l'acqua pura del bacino
Accoccolata nella sorgente fertile
Distesa limata lungo la riviera
Ove s'intravedono meste apparizioni
sullo sfondo
Nude barche a vela
Sospinte da soffici nubi tutto dintorno
Levigare leggiadre all'opposta sponda
Ondeggiando in mezzo ai remi sottili di canoa,
quali pie viandanti umili ed esiliate
Reggersi entro transiti inesplorati (agitati)
Ed indugiati spazi,
Dimentiche dei tuoi torrioni
E dei costoloni inerpicati
Dei basamenti aspri e delle fortezze
Gravide di nuovi furori (roccheforti nostagiche del nostro eterno peregrinare),
Marginali crinali sull'orlo di precipizi rappresi nel potere dell'alto controllo,
E frotte di ragazzi si tuffano dal molo
Stanchi
Di restarsene bene attraccati
immoti con tutt'e due i piedi
al recinto del sacro porto

Sugli scogli i pescatori
Invadono gli spazi d'acqua con la lenza
Torvi nella loro fragile inconsistenza
Allentando talvolta la presa
Scontratisi,
Irrisolti
Impreparati a far leva contro la ferocia
Di un'inattesa solida Resistenza
Celata dietro un'apparentemente fragile
Esistenza

Passignano,
Quello che ci proponi in fondo non è vano
Ma iscritto nel registro stesso della sovrumana essenza;
Raro caldo involucro
Pesante nel tuo ingombro epocale
Di fardello indenne
Coperto da dura scorza trascritta
su inscalfibile pietra
Anziché su stralci nudi di pelle,
pelli di bestie, piumaggio florido, ali, ispida corteccia, oppure scivolanti squame
Oh in quanto somigli a noi crudi,
noi deliranti anime viventi!
Annidato nel tuo eterno presente
Aggrovigliato
All'interno di un quadro di immodesto blu evanescente
Sospeso su ali di onde leggere e sparse
Tu tramuti il macigno che l'essere porta con sé, nell'avido profondo
In un pianto d'acqua
Sconfinata
Pianto scavato nell'osso,
lento a dissolversi e ad andarsi
Sfumando nell'irrisolto
Eterno divenire vagante,
E lungo i viottoli acciottolati
I vicoli stretti dell'antico borgo
Chiuso entro cinta di mura medievali
L'apecar porta ancora l'usuale veste immutata universale
Mai conversa, chiusa nella sua semplicità modesta
E antiquata
d'un tempo arido a nuove imprese,
Le biancherie stese ad asciugare
sui balconi
sotto tetti chini ad indugiare
Sorretti nell'ampio scenario
Seppure scontati e assodati
Nei cui anfratti e timidi indugi
si appisolano le rondini di primavera
I vecchi seduti sui portoni
E gatti sdraiati davanti a cancelletti
Nell'ora pigra dell'evanescente sopore quotidiano
Ad attendere quieti la sera
Tutto ha il sapore del tempo infinito
Che si ripete
Eppure non torna
mai medesimo
O sotto mutata forma
Torna e ti si svela
Difforme e insieme univoco

Raro ritrovarsi
Antiche povere anime
Sul tracciato di orme inusitate
Lungo le ondate di caldo
Da surriscaldamento climatico
Io ti riavvicino

E gli alberi
in un incrocio solitario
ancora parlano,
Vocaboli Atoni
Svegli
Al di là del lago
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.scieluminose.it/passignano-s3537

Share link on
Chiudi / Close
loading